Le Tradizioni

S. Sabino Il Santo patrono di Atripalda

S. Sabino
Il Santo patrono di Atripalda

Tradizioni religiose ed economiche, di ieri e di oggi, molto vive e sentite dalla popolazione e a tutt’oggi tramandate:

S.Sabino, patrono di Atripalda. La festa ancora oggi viene celebrata il 9 febbraio e il 16 settembre. Per la ricorrenza di febbraio, la sera dell’8, nei quartieri del paese si accendono i tipici falò, i”focaroni”.

Processione del Venerdì Santo. Manifestazione di drammaturgia religiosa, interrotta in seguito al sisma del 1980 e da qualche anno ripristinata.

Processione del Bambinello. Si svolge la notte di Natale per le vie del paese. Tradizione riproposta da qualche anno.

La festa di Santa Lucia.  Benedizione durante la Messa di tutti i semi della terra; per l’occasione si prepara nelle case un piatto tipico ” i cicci”.

La Fiera di San Marco. Antichissimo mercato del bestiame, tale usanza è stata abbandonata nella seconda metà del secolo scorso.

Il Mercato. Ogni giovedì si tiene un grande mercato .Tale usanza risale al IX secolo.

Giullarte.  Manifestazione artistica, folcloristica, artigianale, promossa dall’Ente Comunale per rivitalizzare il Centro Storico, riaprire le antiche botteghe, promuovere verso i giovani nuove iniziative imprenditoriali.